FAQ

Abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti che i clienti ci fanno riguardo la progettazione di un’interfaccia utente personalizzata

Perché scegliere di realizzare un’HMI custom?
  • Per la possibilità di personalizzazione del prodotto: creando un’ esperienza utente ritagliata sul prodotto, è possibile aumentare la soddisfazione e la fedeltà del cliente. La uno studio mirato rende possibile migliorare l’usabilità, la facilità d’uso e l’esperienza nell’interazione tra il cliente e il prodotto. Una user experience ben progettata, rispetta le regole di design del brand, studia la migliore modalità di utilizzo per gli utenti, e fornisce al prodotto un’immagine chiara e forte dell’azienda produttrice.

  • Per la continuità di fornitura: significa avere un prodotto di grande affidabilità e che garantisce la produzione per almeno 10 anni, o più. Mentre per le HMI commerciali questo ragionamento è delegato al produttore, che può decidere da un giorno all’altro di non distribuire più il prodotto.

  • Per avere la possibilità di apportare continue modifiche, aggiunta di funzionalità, o customizzazioni: ad esempio personalizzando l’interfaccia con colori e marchi di clienti o distributori.

Quale necessità specifiche devo analizzare prima di affrontare un progetto custom?

Caratteristiche tecniche e prestazioni richieste:

  • prestazioni richieste per il controllo elettronico dell’interfaccia utente, ad esempio necessità di riprodurre file video/audio/inviare comandi audio

  • dimensioni e possibilità di adattare il prodotto alla parte meccanica della macchina

  • necessità di integrare diversi elementi (display a colori, tasti, encoder, led o elementi retroilluminati, ecc)

tutte queste necessità vanno discusse in modo preliminare per individuare l’hardware che meglio risponde alle richieste di funzionamento.

Necessità legate al prodotto ed alla sua immagine:

  • un custom permette di potenziare il brand attraverso un’immagine allineata con il resto della comunicazione aziendale.

  • realizzare un prodotto custom significa anche integrare l’interfaccia utente nel prodotto, in modo da differenziarsi dalla concorrenza.

Ho individuato un’HMI con le caratteristiche che mi servono oppure è sovra/sotto dotata?

Questa è una domanda a cui è possibile rispondere solamente attraverso un attento confronto tecnico: caratteristiche e prestazioni del microprocessore possono essere molto differenti; quindi, è bene avere chiaro il risultato finale che si intende ottenere per sapere se la scheda è sotto o sovra dotata.

Non basta guardare il prezzo di acquisto per capire se un prodotto è adatto all’applicazione: occorre valutare quanta RAM è disponibile, se servono acceleratori grafici, se servono periferiche particolari (USB, porte seriali, porte CAN, porte ethernet, ecc ecc).
Il supporto di un partener esperto in progettazione HMI come Micro Systems è fondamentale per affrontare questo tipo di riflessioni.

Ho al mio interno una persona con il know how per seguire il team di sviluppo dal punto di vista operativo?

Lo sviluppo di un’interfaccia utente per un macchinario industriale necessita di un coordinamento aziendale tra fornitore e cliente. Chi chiede di sviluppare un prodotto custom, deve essere preparato seguire passo per passo i progettisti firmware ed eseguire i test, fornendo gli opportuni feedback per poter proseguire col progetto.

Questo significa che è necessario dedicare una risorsa che abbia tempo ma anche le competenze per dare feedback tecnici al team di sviluppo.

A volte si pensa che, inviate le specifiche al fornitore, questo sia autonomo dal punto di vista degli sviluppi: tuttavia è necessaria una collaborazione ed un confronto costanti, sia in fase di sviluppo che in fase di debug.

Come gestisco un aggiornamento firmware?

È possibile scegliere la modalità di aggiornamento preferita: sia da remoto (OTA) attraverso una connessione ad internet, oppure per via fisica, attraverso un USB.

Posso fare modifiche successive o aggiungere modelli di macchina da gestire?

È sempre bene aver chiaro, sin da inizio progetto, il tipo richiesta in termini di sviluppi previsti nel tempo. Più macchine o più modelli possono essere gestiti e realizzati in modo separato, oppure può essere realizzato un unico software che, in base alla configurazione di determinati parametri, sia in grado di gestire più modelli.

Scegliere il tipo di strada da percorrere consentirà di impostare fin da subito un software strutturato in modo flessibile, che permetta di aggiungere funzioni o modelli nuovi di macchine anche successivamente. Questo inoltre è importante anche per la parte hardware, quando si tratterà di decidere le caratteristiche tecniche della scheda interfaccia utente.

La grafica da chi viene progettata?

È possibile far realizzare le grafiche sia dal proprio studio di progettazione che affidarsi a Micro Systems per uno studio di UX design (usabilità dell’interfaccia utente) e per lo sviluppo grafiche

Il team di sviluppo Micro Systems è in grado di realizzare uno studio di progetto ed applicarlo direttamente all’interfaccia utente, come spieghiamo qui.

È possibile utilizzare diversi livelli di accesso all’interfaccia (Utente/tecnico/admin)?

È utile e indicato stabilire una gerarchia di accesso all’interfaccia, dove l’amministratore può configurare e personalizzare tutti i parametri della macchina, il tecnico potrà avere a disposizione i parametri per l’installazione e la configurazione sul campo, insieme a tutti gli storici e ad una diagnostica della macchina.

L’utente avrà un accesso limitato alle sole funzionalità operative della macchina.

Tutto ciò è molto semplice da realizzare, gli accessi saranno gestiti tramite password.

Quali protocollo di comunicazione posso utilizzare?

La comunicazione tra HMI e scheda controllo avviene solitamente tramite protocollo ModBus, ma è possibile sviluppare una comunicazione attraverso TCP/IP (ad esempio per la comunicazione con un PLC) o CAN.

Posso colloquiare con una CPU già esistente?

Occorre chiarire bene il protocollo di comunicazione, avere a disposizione una lista degli indirizzi con cui comunicare e definire specifiche complete e dettagliate.

Dal punto di vista tecnico non ci sono limitazioni se non quelle definite dal firmware della CPU già esistente.

Vuoi saperne di più?

Contattaci per conoscere i dettagli delle nostre proposte e scoprire le diverse soluzioni che potremmo sviluppare per la tua azienda.

Scarica la brochure